Una ricerca svela consumatori più attenti all’ambiente e a una mobilità green, che si impegnano nell’acquisto di auto ibride ed elettriche.

Dopo il crollo subito a causa della pandemia da Coronavirus, nel mercato dell’auto, negli ultimi mesi, si è mosso qualcosa. Dopo un mese di settembre in netta ripresa per la vendita di tutti i veicoli, ottobre ha chiuso leggermente in negativo. La fotografia che emerge dall’analisi delle immatricolazioni registrate nel mese di ottobre 2020 mostra però chiaramente come il calo riguardi le alimentazioni tradizionali e non i segmenti delle auto ibride ed elettriche e di quelle plug-in, che continuano a crescere: +233% a ottobre e +93% da inizio 2020. Le auto mild hybrid e full hybrid aumentano ad ottobre del +228%. Le auto a batterie ricaricabili (elettriche e plug-in) vendute nello stesso mese sono il +264% in più rispetto all’ottobre 2019. Stesso discorso per le auto elettriche (+202% e 1,8% di quota) e le ibride plug-in (+334% e 2,3% di quota). Elettriche e plug-in insieme rappresentano il 4% delle immatricolazioni totali nell’ultimo mese e il 3% da inizio anno.

vendita di auto ibride ed elettriche in continua crescita

Il settore elettrico e ibrido è in continua crescita © iStockphoto

Numeri che parlano chiaro e che ci rivelano come gli italiani che scelgono una mobilità sostenibile siano sempre più numerosi, come evidenzia anche una ricerca di Ecoverso, associazione di acquisto solidale il cui obiettivo è comprare auto a basso impatto ambientale, elettriche e ibride.

Cosa spinge il settore dei mezzi sostenibili

Gruppi d’acquisto solidali, ecoincentivi statali e locali sono un valido sostegno all’acquisto di auto ibride ed elettriche, con un risparmio che può arrivare a oltre 15mila euro. Il decreto di agosto 2020 ha previsto incentivi di 410 milioni di euro per l’acquisto di auto elettriche, ibride e a motore termico sotto una certa soglia di emissioni e 90 milioni di euro per le colonnine di ricarica, per un totale di 500 milioni di euro in incentivi destinati alla mobilità sostenibile. Per auto elettriche con prezzo di listino inferiore a 61mila euro e auto ibride con prezzo di listino inferiore a 40mila euro sono disponibili ecobonus molto vantaggiosi. I fondi stanziati dal decreto di agosto sono in esaurimento: al momento restano poco più di 10 milioni di incentivi per la fascia 0-60 g/km di CO2, ovvero ibride plug-in e vetture 100% elettriche. La situazione aggiornata è visibile sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico dedicato all’ecobonus.

Auto ibride ed elettriche, aumentano gli italiani che le scelgono 1

Sono previsti incentivi di 90 milioni di euro per le colonnine di ricarica © iStockphoto

Il profilo di chi sceglie la green mobility

La ricerca di Ecoverso ha profilato gli acquirenti di auto ibride ed elettriche: sono per lo più uomini tra i 45 e i 54 anni, con una percentuale sul totale del 35%, seguiti dagli over 55 (29%) e da consumatori tra i 34 e i 44 anni (26%). L’indagine dimostra che il 62% del totale è rappresentato da persone appassionate di motori e che il 15% di queste fa parte di un gruppo d’acquisto solidale, realtà che sostiene principi di equità e sostenibilità, oltre ad avere un approccio critico al consumo. Nel 75% dei casi si tratta di consumatori residenti nel nord Italia, di cui il 18% a Milano.